logo-sovescio-sementi-1.png
sovescio zaccagnini.jpeg

AUMENTARE LA FERTILITA’ DEL TERRENO CON IL SOVESCIO

Aumentare la fertilità del terreno con il sovescio significa aumentare la potenzialità produttiva di un terreno migliorando la fertilità totale che è l’insieme della fertilità chimica, della fertilità fisica e della fertilità microbiologica.
Il terreno è un elemento fondamentale per la crescita delle piante, pertanto non deve essere assolutamente considerato solo come un supporto fisico, ma qualcosa di più complesso da cui le radici traggono l’acqua e i nutrienti necessari per la crescita e per compiere il proprio ciclo produttivo. La fertilità chimica è rappresentata dagli elementi nutritivi disponibili per le piante, la fertilità fisica indica la struttura del terreno e per fertilità microbiologica si intende la vita all’interno del terreno rappresentata da microfauna e la microflora. Il giusto equilibrio tra queste tre tipologie di fertilità è la garanzia per aumentare la fertilità del terreno per supportare la produzione agraria. La tecnica del sovescio, grazie all’apporto di grandi quantità di sostanza organica di ottima qualità, è fondamentale per riequilibrare la fertilità del terreno.

I NOSTRI MISCUGLI

miscuglio 2 (1).jpeg
aumentare-fertilità-terreno-1.jpg

LA TECNICA DEL SOVESCIO

La tecnica del sovescio consiste nella semina di un miscuglio erbaceo non allo scopo di raccoglierne il prodotto, ma di interrare la biomassa prodotta per aumentare la fertilità del suolo al fine di migliorare le prestazioni produttive di un frutteto/vigneto o di una qualsiasi altra coltura che lo succederà. I sovesci possono essere autunno-vernini, primaverili o estivi; la scelta di quale utilizzare viene fatta principalmente in funzione delle rotazioni che si attuano in azienda.

La tecnica del sovescio viene impiegata anche per limitare i fenomeni di erosione superficiale durante i mesi invernali grazie alla capacità delle piante di creare una fitta “maglia di radici” in grado di trattenere le particelle del terreno. Con la tecnica del sovescio è inoltre possibile combattere la presenza di alcuni funghi e nematodi grazie alla capacità di alcune essenze di produrre e secernere sostanze tossiche.

img-barra_spaglio.jpg

SEMINA DEL SOVESCIO

La semina del sovescio può essere fatta in diversi periodi dell’anno e con diverse modalità. La semina del sovescio può essere fatta in autunno, in primavera e anche in estate; la scelta del periodo di semina più adatto è fatta in funzione delle necessità aziendali e delle successioni colturali. Le modalità con cui viene effettuata la semina del sovescio sono principalmente due: o a spaglio o con seminatrice (scelta consigliata). Importante per garantire una perfetta germinazione delle essenze è interrare leggermente i semi.

sovescio.jpg

INTERRAMENTO DEL SOVESCIO

L’interramento del sovescio è la pratica con cui si va incorporare nel terreno la biomassa epigea prodotta dalle piante. Prima dell’interramento del svescio è opportuno sminuzzare la biomassa in modo da ridurne le dimensioni e facilitarne il processo di decomposizione per arrivare il prima possibile alla formazione di una sostanza organica di qualità.
L’interramento del sovescio può essere effettuato in diversi modi: arature, ripuntature, vangature o soprattutto con lavorazioni superficiali. In taluni casi si può anche non interrare il sovescio ma usarlo come pacciamatura per il controllo delle erbe infestanti.

SEMINATRICE APV_edited.jpg
Per una semina ottimale vi consigliamo il nostro erpice Breviglieri che con un unico passaggio riesce a preparare il letto di semina, seminare con estrema precisione grazie alla seminatrice APV e compattare il seme con il rullo packer.

LA NOSTRA SEMINATRICE E' DISPONIBILE PER IL NOLEGGIO